Il colore, più della forma, è puro linguaggio emotivo che permette di evidenziare aspetti psichici – altrimenti insondabili – dell’inespresso e dell’inesprimibile. Come abbiamo visto nell’articolo precedente, nell’infanzia il gesto del colorare rappresenta un processo proiettivo che esprime stati emozionali del bambino. Il disegno rappresenta un importante mezzo di comunicazione, un vero e proprio strumento che si ha per comprendere il mondo interiore del bambino. Il nero è molto versatile e, a seconda dell’angolazione da cui ci si avvicina, lo si può vedere … Continuiamo con l’analisi dell’articolo precedente, spostando l’attenzione sull’utilizzo dei colori freddi. La psicologia del colore ci mostra che il rosa identifica la gentilezza, la morbidezza, l’affetto, l’amore, e risveglia il fattore protettivo di ognuno. L’interpretazione dei colori nei disegni infantili rappresenta un ottimo strumento d’indagine per comprendere aspetti reconditi del carattere infantile. Al contrario nelle tribù africane il rosso rappresenta la virilità mentre il nero la gioia. PSICOLOGIA DEL COLORE: ANALISI E STUDIO C.T., sesso M, età 17 S.C., sesso M, età 18 Nell’osservazione dell’utilizzo dei colori bisogna tener conto di alcuni fattori importanti come la dominanza del colore sul disegno e la sua disposizione. © IGEACPS Srl All Rights Reserved - P.zza Duca D’Aosta, 28, 65121 Pescara - C.F./P.IVA 02158840682 - REA PE: 158032 - Cap. Il colore nel disegno infantile e adolescenziale. Secondo alcune teorie, esiste una psicologia dei colori, ad ogni colore si affida una sorta di potere psicologico e a chi lo predilige alcune caratteristiche caratteriali e psicologiche. Il colore più affine ai propri gusti o quello più lontano possono svelarti diversi aspetti del tuo carattere. Essi si associano per definizione a personalità estroverse, calde. Pertanto è da escludere che il bambino nella scelta dei colori per i propri prodotti grafici, possa compiere opera di discernimento che abbia un senso “realistico” in senso proprio. Quando leggiamo un disegno libero dobbiamo sempre considerare l’uso del colore non in modo assoluto, ma in relazione a tutti gli altri indici di lettura, tra cui disposizione sul foglio, dimensione delle figure rappresentate, tratto, pressione, esitazioni e cancellature, eventuali distorsioni di forma, dimensione o colore. Il valore simbolico del colore legato alle emozioni è dato anche in espressioni linguistiche comuni, come ad esempio: “sono rosso di rabbia”, “un film giallo”, “diventare bianco dalla paura”; con queste metafore attribuiamo implicitamente un valore psicologico ai colori, significato sperimentato e poi sistematizzato in una vera e propria teoria dallo svizzero Max Luscher1 nel 1923. Essi in genere si associano a bambini con personalità calme, introverse o mitigate. Il bambino che utilizza il colore blu denota una personalità che predilige ambienti calmi che facilitino rapporti liberi da tensioni. Essi in genere si associano a bambini con personalità calme, introverse o mitigate. In genere è associato a personalità molto fantasiose e poco razionali. Per molti un colore troppo aggressivo. I colori freddi sono quelli che si avvicinano al blu, azzurro e le varie sfumature. E oggi puoi imparare il significato dei colori in psicologia per capire la ragione del tuo stato d'animo in questo momento, così come il modo di cambiarlo. Sono colori che esistono in natura: giallo, rosso, blu. L’analisi dei colori è un elemento utile per mettere a fuoco caratteristiche emotive ed affettive e dare un contributo all’individuazione di tendenze, disadatta-mento e complessi inibitori. I colori nella vita hanno sempre dei significati molto importanti, per esempio il colore degli abiti che si indossano determinano lo stato di. Nonostante ciò, fra gli studiosi che più hanno contribuito a decifrare la psicologia dei colori troviamo Max Lüscher . Ecco qualche nozione di psicologia del colore con il significato dei colori: ROSSO – Il colore rosso è simbolo del sangue e dell’energia vitale, sia mentale che fisica. TS stat. Vibrazione dei colori: la variazione tra colori caldi o colori freddi. Dott. Il punto di partenza da cui far partire l’analisi è la, già accennata, distinzione tra colori caldi e colori freddi. Oltre ad avere una proprietà fisica, il colore è soprattutto vissuto psicologico, dal quale scaturiscono i significati emozionali che trovano espressione nelle varie manifestazioni rituali, decorative e religiose. La psicologia del colore parte dal presupposto che sebbene il colore abbia sempre circondato la specie umana e l’abbia influenzata fin da tempo immemorabile, è solo di recente che si è diventati abili a produrre e ad usare il colore come si fa oggi. – Colori primari. Astrolabio; 2possiamo anche aggiungere i colori terziari, ottenuti dall'unione di un colore secondario con un colore terziario; 3Il nero e il bianco sono considerati “non colori”: il nero assorbe tutta la luce, quindi tutti i colori; il bianco è un colore senza tinta, contiene tutti i colori dello spettro dei colori. Continuiamo con l’analisi dell’articolo precedente, spostando l’attenzione sull’utilizzo dei colori freddi. Il blu è il colore della serenità per eccellenza . L’interpretazione dei colori nei disegni infantili rappresenta un ottimo strumento d’indagine per comprendere aspetti reconditi del carattere infantile. Nella prima fase della vita, tra i 3 e 5 anni, i bambini hanno un forte interesse quasi impulsivo per i colori e la scelta, come abbiamo già specificato, è dettata da spinte emotive . Sono il rosso, il giallo, l’arancione e le relative sfumature. - I colori secondari si ottengono mescolando tra loro due colori primari: ad una lettura psicologica, si uniscono in questo modo i significati veicolati da ciascuno dei … In qualche modo legato all’innocenza, ci riporta a contatto con i nostri sentimenti, associandolo alla dolcezza, e … Nell’interpretazione dei colori bisogna sempre porre attenzione al contesto in cui essi si utilizzano. Colori e psicologia: La psicologia dei colori descrive il significato psicologico oggettivo delle varie tonalità, seleziona il colore per scoprire le sue caratteristiche psicologiche. Psicologia dei colori: i colori delle emozioni. Ad esempio nelle religioni occidentali il rosso rappresenta le forze del male, il bianco la purezza e così via, il nero è associato al lutto e quindi alla morte. Passando al nero, uno dei colori più complessi in termini di significato in psicologia, ci rendiamo conto che non c’è un’interpretazione precisa quando si tratta di questo colore. Dopotutto, anche nell'antichità, la gente ha notato che ogni ombra ha un certo significato speciale. In genere ha la tendenza ad intraprendere numerose attività in maniera passionale ed energico peccando però, spesso, di forte impulsività  istintiva. In genere è preferito da chi è in cerca di considerazione personale e frena le proprie emozioni. - I colori caldi sono il rosso, il giallo, l’arancione e relative sfumature: si associano per definizione a personalità calde, estroverse, ad emozioni, - I colori freddi sono il blu, gli azzurri e le varie sfumature: si associano per definizione a personalità calde, introverse, ad emozioni “mitigate”. Ognuno di noi, fin da bambino, ha un suo colore preferito, magari non sarà sempre lo stesso nell’arco della vita, ma tendiamo a scegliere per gli abiti, o gli accessori, i colori per disegnare, i mobili della nostra casa, la macchina, il colore che più di tutti preferiamo: questa scelta ha un significato psicologico incontestabile. In genere tali colori sono quelli preferiti dai bambini in quanto suscitano in essi emozioni vissute in modo immediato ed istintivo. – L’assenza di colore può rilevare un vuoto affettivo e talvolta una tendenza antisociale. Infine, oltre alla semplice tinta, se il bambino ha avuto l’opportunità di scegliere tra diversi strumenti, è importante considerare il tipo di colore che il bambino ha utilizzato: ad esempio, il rosso sarà molto più intenso e quindi espressione di un’emozione molto più “forte” se si è scelto il pennarello piuttosto che un pastello, ma per valutare anche questa scelta dobbiamo essere sicuri che il bambino aveva a disposizione entrambi gli strumenti, sia colori pastelli sia pennarelli. Psicologia del guardaroba. In psicologia simboleggia calore, l’alimentazione ed è molto stimolante. La psicologia dei colori nasce perché i colori possono stimolare la mente umana provocando delle emozioni particolari. Parlare di psicologia del colore significa parlare di emozioni, di un linguaggio in grado di evocare sensazioni di piacere, di benessere, di entusiasmo e di vitalità. Psicologia del colore: L'influenza dei colori sulla nostra personalità, significato della scelta dei colori dei vestiti e relazione sulla nostra psiche. Nell’interpretazione dell’utilizzo dei colori, il piccolo deve disporre di 8 colori principali: Giallo, Verde, blu, rosso, nero, viola , marrone, grigio. Di conseguenza, nel corso dei secoli, il giallo diviene colore dell’emarginazione e di quanti venivano ripudiati, fossero essi mendicanti o eretici, prostitute o traditori, come Giuda Iscariota o il Gano di Maganza della Chanson de Roland. La differenza rispetto all’utilizzo del colore blu, che non dimentichiamo è uno dei colori primari e quindi molto caratterizzante, è che in questo caso la calma o la serenità è dettata da una indecisione di fondo della mancata consapevolezza delle proprie capacità e tale situazione lo spinge, in qualche modo, nell’attesa, nella “non-azione”. Ogni colore ha un significato specifico in psicologia. Esempio di emoticons rappresentata con il color rosso esprimente rabbia. Il bambino che utilizza spesso il colore rosso esprime la propria volontà istintiva di vivere la vita nella sua pienezza e il desiderio di vivere sensazione intense. Relazione su: “Il significato del disegno infantile” Di Anna Oliverio Ferraris Elenia Toccafondi & Vanessa Mangè Capitolo 1 Prime fasi del grafismo infantile A. In seguito diminuisce l’interesse per il colore e cresce quello per la forma. linguaggio infantile loc.s.m. Il punto di partenza da cui far partire l’analisi è la, già accennata, distinzione tra colori caldi e colori freddi. La psicologia dei colori. Seminario Gratuito Online: l’interpretazione del disegno infantile, SEMINARIO GRATUITO ONLINE: L’ARTETERAPIA COME STRUMENTO TERAPEUTICO, SEMINARIO GRATUITO ONLINE: L’IMPORTANZA DEL GIOCO NEL BAMBINO, SEMINARIO GRATUITO ONLINE: L’intelligenza emotiva e l’importanza di educare alle emozioni, CORSO ONLINE LIVELLO: IL DISEGNO DEI BAMBINI, SEMINARIO GRATUITO: IL DISEGNO DEI BAMBINI. L'inserimento all'asilo: cosa osservare nei disegni del bambino. I colori caldi sono quelli che hanno una tendenza verso il rosso, il giallo e il loro intermedio l’arancione. In seguito diminuisce l’interesse per il colore e cresce quello per la forma. Un tocco di rosso infonde coraggio e quel pizzico di grinta per superare situazioni che intimoriscono o fanno sentire sotto esame. Se all’interno di un disegno l’utilizzo del blu risulti preponderante rispetto gli altri colori, questo può denotare una predisposizione ad un forte autocontrollo. tendenza all’imitazione, tipica dei bambini e fondamentale per lo sviluppo della loro socialità mortalità infantile loc.s.f. Essi sono generalmente associati a stati d’animo indicanti passionalità, produttività, irruenza, emotività e gioia di vivere. La psicologia dei colori Proprio perché autore di tutto ciò è sempre il nostro cervello, questo fenomeno prende il nome di “psicologia dei colori”. In generale si distingue prima di tutto tra colori primari e colori secondari2 e tra colori caldi e colori freddi: - I colori primari sono i colori che esistono così per natura: il giallo, il rosso e il blu3 : sono i colori preferiti dai bambini piccoli, associati psicologicamente a emozioni altrettanto “primarie”, ovvero vissute in modo immediato e istintivo, tipico dei bambini. Nell’interpretazione dei colori bisogna sempre porre attenzione al contesto in cui essi si utilizzano. I colori sono uno strumento comunicativo della nostra mente in quanto sono costituiti da lunghezze d’onda che vengono percepite fisiologicamente in maniera spontanea e registrate nel sistema limbico, quella parte del nostro cervello che controlla il comportamento emozionale dell’individuo. Inoltre, così come gli altri elementi, uno stesso colore non avrà sempre lo stesso significato per diversi bambini o per tutti i disegni di uno stesso bambino, ma la sua accezione psicologica sarà diversa da bambino a bambino e nei disegni che un bambino potrà realizzare in diverse situazioni o periodi di vita/crescita. Inoltre la predilezione per un determinato colore può corrispondere a un ben preciso stato d’animo o momento della vita di una persona. I colori hanno sono in grado di suscitare meccanismi mentali ed emotivi sugli esseri umani: influenzano le emozioni, gli stati d'animo e le nostre scelte. Psicologia Infantile. HT psicologia - Test dei colori - La psicologia autoregolativa di Luscher: La teoria alla base del test dei colori, articolo di dott.ssa Viviana Valent . 1Max Luscher, Il test dei colori, 1978, Ed. Il Rosa è un colore che alleggerisce la mente, in grado di allontanare il pensiero negativo, allevia il dolore e la tristezza. Quando viene utilizzato è indice di un forte amore per la vita e desiderio di portare a termine tutto ciò che inizia in un continuo sviluppo evolutivo della propria personalità. Il colore all’interno del disegno diviene simbolo dietro il quale si nascondono significati arcaici, universali ed inconsci che diventano metafore al quale attribuiamo un valore psicologico e comportamentale. Esempio di emoticons rappresentata con il color rosso esprimente rabbia. In linea di massima è consigliabile limitarsi a tre colori . 76.000 € I.V. Passiamo ora ad analizzare il significato dell’utilizzo dei vari colori nei disegni infantili. Sito che nasce con l'obiettivo di far comprendere, conoscere, approfondire il tema del Disegno Infantile. Passiamo ora ad analizzare il significato dell’utilizzo dei vari colori nei disegni infantili. Copyright © 2021 | WordPress Theme by MH Themes, Apri un sito e guadagna con Altervista - Disclaimer - Segnala abuso - Privacy Policy - Personalizza tracciamento pubblicitario. Il giallo e il significato dei colori Nell’ambito del significato dei colori il giallo è ambiguo, appartiene allo spettro del visibile e nella teoria dei colori … Basti pensare ad espressioni entrate nel nostro linguaggio d’uso comune tipo “ diventare bianco dalla paura” , “guardare un film giallo” oppure osservare applicazioni utilizzate nella comunicazione di massa su scala mondiale basate sull’utilizzo di internet, come whatsapp o facebook, che rappresentano spesso le proprie “emoticons” con colori esprimenti stati d’animo comuni. Soc. Tale caratteristica lo porta, in nome del desiderio di calma, ad atteggiamenti esterni apparentemente introversi per evitare conflitti. Il colore arancione in genere è scarsamente utilizzato nei disegni infantili. La psicologia del colore è molto rivelatrice e rivela semplicemente tratti di personalità. - I colori secondari si ottengono mescolando tra loro due colori primari: ad una lettura psicologica, si uniscono in questo modo i significati veicolati da ciascuno dei colori primari (es. In questa fase il bambino mette in relazione dapprima il colore e gli oggetti che raffigura attraverso degli stereotipi ( i capelli sono sempre neri perché il padre ha i capelli neri; il cane è sempre marrone perché il proprio cane è di colore marrone) per poi, con l’avvento dell’età scolare, assimilare uno giusto utilizzo dei colori in rapporto alla realtà che diviene variegata. La psicologia del colore e il significato dei colori. La psicologia dei colori . Significato dei colori nei disegni dei bambini (parte prima) Il colore ha rappresentato e tuttora rappresenta un notevole mezzo di espressione e di comunicazione tanto che è possibile parlare di linguaggio dei colori. In questo caso il suo significato non è valido come simbolo del colore bianco, ma come separazione tra le diverse forme e colori. In questa fase il bambino mette in relazione dapprima il colore e gli oggetti che raffigura attraverso degli stereotipi ( i capelli sono sempre neri perché il padre ha i capelli neri; il cane è sempre marrone perché il proprio cane è di colore marrone) per poi, con l’avvento dell’età scolare, assimilare uno giusto utilizzo dei colori in rapporto alla realtà che diviene variegata. In genere ha la tendenza ad aspettarsi situazioni che lo portino con gioia alla scoperta  del proprio futuro. - I colori primari sono i colori che esistono così per natura: il giallo, il rosso e il blu 3: sono i colori preferiti dai bambini piccoli, associati psicologicamente a emozioni altrettanto “primarie”, ovvero vissute in modo immediato e istintivo, tipico dei bambini. Il verde rappresentando il colore tipico della natura che ci circonda è identificato come il colore dell’attaccamento alla vita. Ma quali sono le fasi dell’utilizzo dei colori nello sviluppo infantile? Nell’interpretazione dell’utilizzo dei colori, il piccolo deve disporre di 8 colori principali: Giallo, Verde, blu, rosso, nero, viola , marrone, grigio. Più il bambino è piccolo e più sono forti le tonalità. l’arancione avrà in sé il significato ottenuto dall’interazione tra il rosso e il giallo). L'articolo descrive come il colore verde influisce sulla coscienza umana. Sono il blu, gli azzurri e le varie sfumature e si associano in genere a personalità introverse e mitigate. Un colore principale utilizzato per la maggior parte del sito, un secondo colore per le aree secondarie e un terzo colore a contrasto per mettere in … Il bianco e il significato dei colori. Nell’ambito del significato dei colori il bianco è un colore paradossale perché può essere inteso sia in maniera negativa, considerato un non-colore, sia in modo positivo quando è pensato come la completa unificazione cromatica di tutti i colori -infatti in termini fisici il bianco contiene tutti i colori dello spettro solare. L’azzurro rientra in grosse linee nelle caratteristiche tipiche della categoria che abbiamo descritto in precedenza con il colore blu. L’integrazione del marrone con gli altri colori esprime più direttamente questo modo di affrontare la vita. Ogni colore ha infatti il suo significato e la sua connessione precisa con una parte del cervello che determina emozioni o stati d’animo specifici. La scelta dell’ azzurro indica, quindi, che il bambino che lo utilizza denota una personalità serena e paziente. La psicologia è quella scienza che studia il comportamento degli individui, e quelli che sono i loro processi o funzionamenti mentali Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Il significato psicologico dei colori By Redazione 13 Novembre 2012 Una breve sintesi della valenza psicologica dei colori rosso, giallo, arancione, verde, blu, indaco,viola, bianco grigio e nero. In generale, i colori caldi (come giallo e rosso) sono definiti positivi, cioè stimolanti, irruenti e decisi, e i colori freddi (come blu e … Il colore della saggezza, della salute e della nobiltà Questo articolo illustra come il colore giallo per l’umanità: ciò che rappresenta oggi e cosa ha rappresentato in passato. A livello psicologico il verde esprime la volontà, la crescita interiore, la tenacia ed in qualche maniera la resistenza ai cambiamenti. A livello psicologico la difficoltà nello studio delle proprietà dei colori è dovuta alle diverse sensazioni che i colori possono causare a seconda dei gusti, della cultura o della situazione. Il colore argento, di solito, passa inosservato tra tutta la gamma dei colori esistenti o che siamo in grado di percepire, perché generalmente non viene associato dalle persone ad un colore, ma ad un metallo (come accade con l’oro). La psicologia dei colori descrive il significato psicologico oggettivo delle varie tonalità. Basti pensare ad espressioni entrate nel nostro linguaggio d’uso comune tipo “ diventare bianco dalla paura” , “guardare un film giallo” oppure osservare applicazioni utilizzate nella comunicazione di massa su scala mondiale basate sull’utilizzo di internet, come whatsapp o facebook, che rappresentano spesso le proprie “emoticons” con colori esprimenti stati d’animo comuni. Il bambino che utilizza spesso il colore giallo ha una forte spinta ad uscire fuori dalla propria individualità  per avvicinarsi agli altri spesso anche in maniera invadente. Il Rosso è il primo colore dell’arcobaleno che i neonati imparano a riconoscere, il primo a cui tutti i … Azione (Rosso) e non azione (blu) amplificano le caratteristiche tipiche della tensione contraddittoria. Ad esempio nelle religioni occidentali il rosso rappresenta le forze del male, il bianco la purezza e così via, il nero è associato al lutto e quindi alla morte. Il significato delle trasparenze nei disegni dei bambini. E’ quindi indiscussa l’importanza psicologica che intuitivamente e istintivamente diamo all’uso del colore nei disegni dei bambini: si tratta del primo elemento preso in considerazione e, per l’occhio inesperto, il più importante, a volte l’unico. Il colore bianco compare nei disegni come parte non disegnata. Il disegno infantile può dar luogo a comparazioni di grande interesse e nelle sue diverse fasi potrebbe essere paragonato all'arte preistorica (Luquet, 1927) Psicologia del disegno infantile pdf. Gli scienziati hanno affrontato questo problema più da vicino. Il viola essendo la risultanza della mescolanza di due colori primari opposti, il rosso e il blu, è il colore dell’ambivalenza per eccellenza. Nell’articolo precedente abbiamo analizzato il significato dell’utilizzo dei colori caldi nei disegni infantili. – Colori freddi. Nei primi anni di vita, come accade per il disegno, i bambini utilizzano i colori sotto la spinta di risposte esclusivamente emotive che nascono dagli stimoli della realtà esteriore a cui sono sottoposti. Più il bambino è piccolo e più sono forti le tonalità. Ultimo aggiornamento: 07 settembre, 2017. In genere tali colori sono quelli preferiti dai bambini in quanto suscitano in essi emozioni vissute in modo immediato ed istintivo. Giotto, I luoghi del Cristianesimo: la Terra Santa, Dalla nascita del Monachesimo a San Benedetto da Norcia, Giornata della Memoria, spunti di riflessione, La Shoah attraverso la Crocifissione bianca di Chagall, Guernica: quando l’arte aiuta a non dimenticare, Bibliografia per bambini e ragazzi per la Giornata della Memoria, Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Italia. I colori freddi sono quelli che si avvicinano al blu, azzurro e le varie sfumature. Il gesto del colorare rappresenta nell’infanzia, quindi, un processo proiettivo nascente da situazioni emozionali e la combinazione dei vari colori, come la totale assenza di essi, risulta essere uno strumento indagatore per interpretare gli stati d’animo dei bambini. In generale si distingue tra: Il gesto del colorare rappresenta nell’infanzia, quindi, un processo proiettivo nascente da situazioni emozionali e la combinazione dei vari colori, come la totale assenza di essi, risulta essere uno strumento indagatore per interpretare gli stati d’animo dei bambini. Per molto tempo, la gente ha cominciato a notare che un certo colore può influenzare l'umore e lo stato psicologico, e oltre a questo, il corso degli affari. – I colori secondari che derivano da un colore caldo e uno freddo, come il verde o il viola, saranno considerati caldi o freddi in relazione alla diversa sfumatura e al diverso contesto evocato nel disegno. I colori secondari che derivano dall’unione di un colore caldo e uno freddo, come il viola o il verde, saranno considerati caldi o freddi in relazione alla diversa sfumatura e al diverso contesto evocato dal disegno. Nell’articolo precedente abbiamo analizzato il significato dell’utilizzo dei colori caldi nei disegni infantili. IL SIGNIFICATO DEL COLORE. Ogni colore ha un significato proprio che ha un determinato impatto sul cervello, che viene studiato dalla psicologia del colore. Il colore all’interno del disegno diviene simbolo dietro il quale si nascondono significati arcaici, universali ed inconsci che diventano metafore al quale attribuiamo un valore psicologico e comportamentale. Nella prima fase della vita, tra i 3 e 5 anni, i bambini hanno un forte interesse quasi impulsivo per i colori e la scelta, come abbiamo già specificato, è dettata da spinte emotive . Molte volte questo aprirsi verso gli altri in maniera continua e indice di insicurezza e ricerca continua della propria autostima attraverso l’incontro con l’altro. – Aspetti del suo mondo emotivo e sociale in senso stretto; – Scandagliare la sua struttura psicofisica. Al contrario nelle tribù africane il rosso rappresenta la virilità mentre il nero la gioia. – Le potenzialità e attitudini innate del bambino; I bambini sono molto attratti dai colori, già dalle prime esperienze con gli strumenti pittorico-artistici non perdono occasione per iniziare a pasticciare mescolando i colori sul foglio, facendo esperienza del colore sia con la vista che con il tatto, il tutto con grande soddisfazione e libertà. – Colori secondari. Il colore è un mezzo educativo molto importante e offrire una corretta interpretazione del suo utilizzo ci permette di scoprire in particolare: Il significato dei colori nei disegni infantili: Come abbiamo visto nell’articolo precedente, nell’infanzia il gesto del colorare rappresenta un processo proiettivo che esprime stati emozionali del bambino. Il mio bambino non disegna: quando allarmarsi? Pertanto è da escludere che il bambino nella scelta dei colori per i propri prodotti grafici, possa compiere opera di discernimento che abbia un senso “realistico” in senso proprio. I bambini piccoli, fino a circa sei anni, utilizzano il colore in modo arbitrario, legato prevalentemente alle emozioni che accompagnano la rappresentazione e non alla realtà. La psicologia dei Colori: TS psic. In psicologia, l'arancione è uno dei colori che si presta meglio ad aiutare le persone a ritrovare l'energia di cui hanno bisogno. Il colore è un mezzo educativo molto importante e offrire una corretta interpretazione del suo utilizzo ci permette di scoprire in particolare: – Le potenzialità e attitudini innate del bambino; – Aspetti del suo mondo emotivo e sociale in senso stretto; – Scandagliare la sua struttura psicofisica. I colori caldi esprimono, suscitano e provocano attività, eccitazione, ispirano serenità e gioia di vivere, inducono all’impulsività; i colori freddi invece esprimono, suscitano e provocano passività, calma, inerzia, ispirano tristezza e malinconia, inducono alla riflessione.